Come avvicinarsi alla storia

von macchiato

Studiamo lo storico prima di studiare i fatti.

Il non-sapere è il primo requisito dello storico: un’ignoranza semplificatrice e chiarificatrice, che seleziona ed omette.

Prima di cominciare a scrivere di storia, lo storico è un prodotto della storia.

Lo storico è uno al quale il lavaggio del cervello è già stato fatto prima che lui lo praticasse ad altri.

La storia è un’interazione, un dialogo tra lo storico nel presente ed i fatti nel passato, un dialogo tra la società del passato e quella odierna.

Questa è la doppia funzione dello storico: mettere l’uomo in condizione di capire quello che è successo, per affrontare quello che gli sta succedendo.

Il passato ci riesce comprensibile solamente alla luce del presente, ed anche il presente lo possiamo comprendere soltanto alla luce del passato.

Il desiderio di insistere sul genio individuale come forza creativa della storia è caratteristico degli stadi primitivi della coscienza storica.

Riservo il termine „storia“ all’insieme delle ricerche sul passato dell’uomo in società.

(Queste sono singole frasi tratte dai primi due capitoli di H.E. Carr, What is History?, Palgrave, 1961/1986, 2nd edition, qui tradotte da http://www.faschistensindimmerdieanderen.wordspot.com. „Sei lezioni sulla Storia“ si chiamava una edizione italiana uscita nel 1966 presso Einaudi).

Advertisements